(agg. 10/4) ASSISTENZA PROTESICA – ESENZIONE PER MALATTIA RARA del malato di Linfedema

180

CERTIFICAZIONE ESENZIONE LINFEDEMA

  1. Con la diagnosi di Linfedema primario cronico o Linfedema secondario stabilizzato con intervento per carcinoma.  il medico specialista indirizza il paziente al Presidio della rete presente in tutte le regioni  in grado di garantire la diagnosi della specifica malattia (per informazioni sui Presidi  visitate il sito malattierare.gov.it ).
  2. Il centro rilascia il certificato di malattia rara che ha durata illimitata e validità in tutto il territorio Nazionale.
  3. Presso gli sportelli dell’azienda sanitaria locale di residenza con il certificato di malattia rara , documento di identità in corso di validità e tessera sanitaria verrà rilasciato il certificato di esenzione per malattia rara con il quale il paziente può accedere su tutto il territorio Nazionale alle prestazioni di assistenza appropriate ed efficaci al monitoraggio della malattia e alla prevenzione.

Le prestazioni sono indicate nel LEA ( Livelli Essenziali di Assistenza )

MODALITA’ DI EROGAZIONE ASSISTENZA PROTESICA

  1. Il medico Specialista redige la prescrizione che  deve essere effettuata sul ricettario standardizzato del Servizio  Sanitario Nazionale  con codici identificativi. (codice cat .rara R GG020 );
  2.  Il paziente con la prescrizione richiede un preventivo di spesa ai centri convenzionati ;
  3. Prescrizione e preventivo di spesa devono essere consegnati e autorizzati dall’azienda Sanitaria Locale dell’assistito   

EROGAZIONE E COLLAUDO

L’erogatore rilascia una certificazione di congruità attestante la rispondenza del dispositivo alla prestazione ai fini della corresponsione della tariffa da parte dell’azienda Sanitaria locale.

N.B. Chi è già in possesso di certificazione di invalidità superiore al 33% ha diritto in ogni caso, anche se affetto da Linfedema, all’esenzione per invalidità


Una paziente esperta ha scritto alla redazione:

Buongiorno, 
mi permetto di sottolineare che alcune informazioni presenti nell’articolo “Assistenza Protesica – Esenzione per Malattia Rara del malato di Linfedema” possono indurre in errore.
 
La certificazione per Malattia Rara (ed il successivo rilascio del codice di esenzione RGG020) può essere rilasciata solo per le patologie rientrante nel gruppo “Linfedemi Primari Cronici”, come da conferma ricevuta per PEC dal Centro di Coordinamento della Rete Regionale lombarda per le Malattie Rare avente sede presso Istituto Mario Negri di Ranica (prov. Bergamo).
 
Anche nella recente pubblicazione “Liberi di vivere con il linfedema. Manuale teorico- pratico per pazienti e professionisti” (Ed.GFE) 
Dott.ssa Manuela Sciuscio precisa che solo pazienti affetti dalle patologie  primarie possono afferire al centro certificatore per avere conferma di un sospetto diagnostico, ottenere la certificazione di malattia rara e la redazione di un PT personalizzato.
Cordialmente,

S.P.


L’avv. risponde:

La ringrazio per la sua attenzione e il suo contributo .

Nella disamina delle informazioni raccolte  per la certificazione di malattia rara è indicato espressamente anche “affetti da linfedema secondario stabilizzato dopo intervento per  carcinoma”.
Cercheró di approfondire la discrepanza da lei evidenziata. 
Maria Teresa Santangelo