AGEVOLAZIONI PROFESSIONALI PER MALATI RARI

109
Le agevolazioni per i malati rari sul posto di lavoro passano, in molti casi, dal riconoscimento dell’invalidità civile in base alla patologia, e/o dagli accordi contenuti nel contratto collettivo nazionale di categoria.

Perché un malato raro possa usufruire di tutte le agevolazioni di lavoro dunque,  deve  avviare l’iter per ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile.

Con il riconoscimento di una percentuale di invalidità superiore al 45% il malato raro ha diritto all’inserimento nelle liste di collocamento mirato.

Con una percentuale al 50% il lavoratore avrà diritto ad un periodo di congedo fino a 30 giorni all’anno.

Oltre al collocamento mirato , ogni malato raro che sia in grado di continuare l’attività lavorativa , viene tutelato nello svolgimento delle proprie mansioni .

    • PRIORITA’ NELLA SCELTA DELLA SEDE DEL LAVORO
    • ASSEGNAZIONE A MANSIONI ADEGUATE
    • ESONERO DAL LAVORO NOTTURNO
    • REVISIONE ORARI DI LAVORO
    • ASSENZE GIUSTIFICATE

Per non rinunciare ai benefici previsti e sopra indicati è necessario che ogni verbale di diniego dell’invalidità abbia un’attenta disamina e se esistono i requisiti deve essere impugnato nei termini di Legge, 6 mesi dalla sua  comunicazione .